25 APRILE, LIBERAZIONE DAL SONNO COLLETTIVO?

Settimana interessante questa appena trascorsa. Si sente parlare di epatite
infantile, pare che la causa siano le mascherine e il caro vecchio lockdown. Per
ora sono solo ipotesi, aspettiamo allora le certezze, che forse non arriveranno
mai.
Nel frattempo, rullo di tamburi, ben nove parlamentari sono indagati dalla
procura di Roma. Nello specifico sono il ministri: Speranza, Di Maio,
Lamorgese, Guerini, Gualtieri, Bonafede, De Micheli, Azzolina, e Costa.
Per cosa stanno indagando questi ministri? Per sequestro di persona, procurato
allarme e violenza privata.
Mamma ma che sberla in pieno viso, anche se le maggiori testate giornalistiche
non hanno menzionato questo fatto così grave.
Inoltre Draghi si è ammalato di covid, ma in maniera asintomatica per cui mi
chiedo. Se non hai sintomi, perché hai fatto il tampone? Il nostro premier fa
l’ammalato immaginario per non adempiere ai suoi doveri? Oppure senza
essere la complottista, forse è stato fermato perché magari è sotto interrogatorio
perché è al corrente di fatti che riguardano gli indagati di cui sopra?
Così per fantasticare ovviamente. Tanto con i tempi che corrono tutto è
talmente surreale che anche le cose più assurde possono essere reali.
Tant’ è che i russi hanno conquistato Mariupol, e stai a vedere che grazie a
questo fatto il blocco Euro-Atlantico è alla fine, e lascerà il posto al mondo
multipolare. Il Nuovo Ordine Mondiale forse sta per ricevere la sua sconfitta
più dura.
Basti pensare a quello che ci hanno fatto vedere in tv riguardo ai corridoi
segreti delle acciaierie di Azovstal. Sembrava una cartina particolareggiata dei
sotterranei. Quando nella realtà è un disegno di un gioco da tavolo.
A questo punto i professionisti dell’informazione secondo me potrebbero solo
mettere la testa sotto la sabbia e uscire di scena senza fare rumore.
Ma nell’era dell’ iper informazione, dove chiunque in rete può trovare di tutto,
possibile che chi lavora con l’informazione non sia attento a questi piccoli
dettagli?
Da bravo cittadino, io pago le tasse affinché il paese vada bene. Ma se i soldi
delle mie tasse vengono usati per comprare armi da dare agli ucraini (nazisti),
questo non mi va molto bene. Perchè per aiutare le famiglie italiane in
difficoltà non ci sono soldi ma per prendere armi si. Alla caritas ci sono file
chilometriche di gente che va a prendere una borsa alimentare, per tirare a
campare. Come al solito però il governo italiano è più propenso a buttare soldi
per delle vere e proprie cause perse. Ma di questo i giornaloni non ne parlano,

perché devono far credere all’opinione pubblica che va tutto bene. Che il nostro
è il governo dei migliori. Si sono i migliori mai avuti per distruggere l’Italia.
Osservo ammutolita, questo mondo che sembra un altro. Un posto ove tutto è
distorto. Eppure non tornerei a come vivevamo prima della pandemia, perché
era una vita frenetica, dove dovevi apparire e non essere.
Voglio invece avanzare per stupirmi di come diventeremo. Di come questa
vecchia società per come la conosciamo si sgretola per lasciare il posto alla
nuova che avanza inesorabile. Una società più umana, meno egoista e più
altruista. Il nuovo mondo è dietro l’angolo. Ora dobbiamo lavorare su noi stessi
per lasciar andare i retaggi del passato, quelle brutte abitudini che tanto ci
hanno sempre infastidito. Cominciare a costruire attorno a noi il mondo nel
quale vorremmo vivere. La nostra visione deve diventare virale, per portare
con noi più gente possibile.
Inoltre non moliamo la presa contro il green pass, dato che ancora realmente non
lo hanno tolto ma solo sospeso. Continuiamo la nostra battaglia pacifica per la
libertà di ogni individuo. Continuiamo a restare uniti, aiutandoci a superare i
periodi più difficili. Perchè mentre questo mondo va tutto alla rovescia noi nel
nostro piccolo continuiamo a rimanere fedeli a noi stessi e ai nostri ideali.
Siamo vicinissimi alla svolta. Il vecchio mondo come lo conoscevamo non
esiste già più, ma ne possiamo costruire uno migliore.
Quello che sta succedendo in Ucraina ne è la conferma. Le menzogne
televisive e giornalistiche non hanno più limiti, quindi siamo agli sgoccioli di
questa follia planetaria.
Intanto tenete pronti i di popcorn che i colpi di scena non sono ancora finiti.
Tenetevi forte che dovremo sicuramente andare per un pò sulle montagne russe,
ma alla fine dipende da come prendiamo le cose, il divertimento è assicurato.

Vi auguro un buon 25 aprile.
La liberazione è già in atto in noi.

Lisa Ermacora

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.