Diario dal corona virus 85


Voglio ritornare al lockdown, le domeniche erano belle e soleggiate, calde e l’aria profumava di buono. Ora il tempo è pessimo come il nostro umore. E’ pazzesco come nella libertà di movimento, il meteo mediocre ci fa gli scherzetti. Poi non ditemi che non c’è dietro qualche cosa di malefico. Siamo sotto un brutto incantesimo, trasmesso dallo stregone Conte, a reti unificate.

Lo stregone con abilità è riuscito a ipnotizzarci, chiudendoci in casa con un tempo bellissimo, poi facendoci credere che ci liberava ci ha portato via i giorni di sole per farci entrare nella pioggia e nel vento, sperando che osannassimo nuovamente la reclusione per poter godere nuovamente del cielo azzurro e del sole.

I magheggi non sono ancora finiti, perché con tutti gli altri orchi stregoni e maghi di ogni genere, si consultano continuamente per riuscire a sottomette il popolo, ma alcuni maghi e streghe bianche, continuano a emanare incantesimi di contrasto, per fermare questo disastro.

Ma ovviamente ogni loro passo viene regolarmente screditato, perché Conte lavorando nell’ombra è in combutta con l’oltretomba. Esseri freddi e spietati, che vogliono prendersi le anime di tutti gli italiani più deboli e disgraziati.

La resistenza lotta ancora, ma non essendo in molti è faticosa questa guerra perché chi potrebbe aiutare comunque è soggiogato dall’incantesimo feroce e tremendo, che ha messo il mondo in un grosso tormento.

Ogni notte a palazzo Conte, rinnova il suo incantesimo e con il talismano immuni riuscirà ancora di più a soggiogare le menti più deboli.

Il vaccino non serve a chi è già incantato, ma per far capitolare chi all’incanto non ci è cascato. Le streghe bianche continuano a creare scudi di protezione, ma sono ancora troppo poche per riuscire a proteggere tutta la popolazione. Chi si sveglia da questo torpore, in genere resta senza parole, si guarda in giro confuso, eppure sa di essere stato tradito.

L’Inghilterra è uscita dall’euro perché conosce molto bene gli incantesimi, si è risvegliata per tempo dato che i suoi cittadini sono maghi erranti da generazioni. Noi in Italia abbiamo dimenticato le origini della magia ed essa lavora indisturbata senza che nessuno la noti.

Pochi sanno ciò che accade, pochi sono i maghi che riescono a far fronte alle magie oscure. Molti periscono ma nessuno li nota.

Lo stregone Conte, crede di riuscire ad avere la meglio, ma dimentica che le favole insegnano che il bene vince sempre.

Maghi e streghe bianche continuate a lottare senza sosta per creare scudi di protezione, crescete i vostri figli facendo sviluppare il loro grande potere. Anche se ci vorranno anni la luce vince sempre sulle tenebre. Anche una piccola fiammella può diventare un grande incendio, alimentatela sempre ogni giorno credete in voi e nel vostro potere. L’incantesimo di Conte non durerà ancora per molto, non mollate.

Credo di aver trovato la trama per un bel libro fantasy.

Buona domenica Lisa

Share Button