Diario dal corona virus 83


La Boldrini cosa fa? Si inginocchia in parlamento contro il razzismo.

Sono consapevole che ha girato il mondo, portando la sua infinita tolleranza, per tutte le etnie che compongono l’universo umano, però adesso basta.

Come puoi preoccuparti del razzismo quando in Italia non c’è. Perché gli italiani sono razzisti non verso le varie etnie o colore della pelle, ma verso le persone che non hanno rispetto verso di loro, che siano di qualsiasi colore di pelle o di credo religioso o politico.

Guardo la foto di questa genuflessione, che mi lascia la bocca amara.

Perché non si è genuflessa per i nostri morti, i bambini che rischiano di restare senza asili nido o scuole, dove hanno vissuto una tensione psicologica rinchiusi in casa, magari con genitori stressati e incapaci di seguirli con amore. Oppure, di tutte le persone che hanno perso il lavoro. Dei disabili abbandonati a loro stessi, come pure di chi vive ai margini della società. La lista è lunga, anzi lunghissima, il nostro paese è pregno di questa forma di razzismo sociale, però non si guarda questa cosa perché non fa scalpore.

Parliamo anche dei cristiani che in Africa vengono ogni giorno massacrati nel più completo silenzio stampa, perché si è razzisti a senso unico, solo i bianchi verso i neri o i cristiani verso i mussulmani.

Questo teatrino del buonismo imperante è deprimente, facile sbandierare a tutti la tua magnanimità davanti a telecamere o social di vario genere. Fare del bene nell’anonimato non gratifica in maniera sufficiente l’ego imperante del buonista.

Questa immagine mi ricorda di come l’ ipocrisia ha costruito la nostra società. Conosco persone di un’umiltà incredibile che aiutano e lottano ogni giorno, anche senza alcuna forma di ricompensa e in silenzio, contro il razzismo di ogni genere. A volte vincono a volte perdono, in un girone dantesco di lacrime e ingiustizie.

Io non sono razzista, semplicemente allontano da me chi mi infastidisce, che sia friulano, italiano africano, cinese ecc., se tu sei corretto io sono corretta, se tu sei scorretto io mi allontano.

Ma un parlamentare che dimentica di inginocchiarsi al suo paese preferendo gente di altri paesi, è una grande razzista vero la sua terra. Perché se per prima non hai rispetto del tuo popolo, come puoi avere rispetto per il popolo degli altri?

Quando tu italiana ti copri il capo con un velo, per non turbare un esponente di un altro credo religioso, vuol dire che hai lasciato credere al tuo ospite, che quando arriva lui il tuo popolo mette da parte le proprie usanze per dare spazio alle sue. Invece di essere orgogliosa e fiera di essere una donna libera, in uno stato libero.

Il razzismo si trasforma continuamente, nei pensieri dei malevoli. Creando conflitti per cose effimere e a volte non lottando per le cose serie.

Un ulteriore schiaffo al popolo italiano che è composto da molte etnie diverse, quindi il razzismo è il biglietto da visita di questa donna che vuole emergere da un anonimato certo, cercando di restare nella storia come una persona dal grande cuore.

Tutti vogliamo avere consensi sulla nostra persona, sembrare buoni, sentirci dire che belle persone siamo, ma alla fine nella nostra stanza davanti al nostro specchio, solo noi vediamo il nostro lato oscuro, come nel romanzo del “ Ritratto di Dorian Gray” . Questo voler essere ciò che non siamo, per essere accettati dalla società, ma quando qualcuno riesce a riconoscere la nostra pochezza e vede oltre alle gesta da buoni, tutto crolla, come un castello di carta, e ci arrabbiamo con il malcapitato che ci ha visti per ciò che siamo, accusandolo o denunciandolo per diffamare la sua persona.

Boldrini, il mio consiglio è di non fare come me, che predico bene e razzolo male, ma di rivolgere lo sguardo verso il popolo del tuo paese, osserva quante persone di cuore ci sono, impara dai più umili e sono certa che l’apprezzamento arriverà molto presto da tutti.

Che rottura con sto razzismo, è come dire, se ti piace il formaggio vecchio o fresco. Io per non sbagliare adoro le ” strisciole” ( gli scarti del formaggio, buoni freschi e sinceri), le prendo sempre per fare il frico, poi me le mangio così come se fossero uno snak.

Share Button