Diario dal corona virus 82


E siamo ancora qua. Tra chi dice che il virus sulle superfici non ha alcun potere contaminante. A chi dice che gli asintomatici non sono fonte di contagio e in fine io che sono sempre più convinta che, questa pandemia mondiale, sia una grossa bufala, causata da qualche vaccino antinfluenzale mal riuscito, o sperimentale.

Credo che l’ organizzazione mondiale della sanità sappia perfettamente cosa è successo, e in pieno accordo con i governi, per non far cadere i loro mostruosi interessi economici, non diranno mai la verità e di conseguenza, per essere credibili, si accusano gli uni con gli altri.

Hanno fatto affidamento sulla buona fede della povera gente che si è affidata alle direttive dei vari governi, seguendo per filo e per segno tutto quello che veniva richiesto loro.

Guardo i vari telegiornale, prenderei la tv a martellate, ma siccome ho faticato a comperarla, anche se vecchiotta, rinuncio all’assalto di questo povero strumento che non avrebbe mai pensato che attraverso di lui, l’intero mondo dell’informazione avrebbe detto un sacco e una sporta di cavolate.

Giornalisti di parte che si arrampicano sugli specchi, a narrare storie contrastanti, altri giornalisti oscurati perché contro corrente, siamo fuori dalla vera informazione.

L’apocalisse è appena iniziata.

Quando dicono che la pandemia riprenderà questo autunno, mi verrebbe da soffocarli con le mie mani. Nessuno sa il futuro men che meno loro. In autunno ci propineranno l’ennesimo vaccino antinfluenzale e allora sì che riprenderà la pandemia, perché ce la iniettano loro senza pietà e senza vergogna.

Rimpiango le vaccinazioni che ci facevano da bambini, essenziali, per malattie veramente pericolose. Oggi inventano vaccini per malattie che l’organismo è in grado di far fronte da solo.

Dicono e disdicono, e noi restiamo in balia dell’insicurezza.

Questa insicurezza ci porta a credere a qualsiasi cosa ci dicono pur di uscire da questa situazione.

Che rabbia che mi viene.

Poi fateci caso. Durante la quarantena le giornate erano bellissime, il cielo azzurro, caldo sole.

Come abbiamo cominciato a uscire, prima ha fatto capolino il cielo nuvoloso e ora pioggia a non finire compreso il freddo.

Potrei credere che hanno la facoltà di condizionare il tempo a loro piacimento. So di scienziati che hanno fatto degli esperimenti e sono riusciti a condizionare il tempo, quindi potrebbe essere che per far aumentare la frustrazione del popolo, ci facciano arrivare il brutto tempo.

Io sono rivoluzionaria per natura, le ingiustizie non le ho mai tollerate, per questo credo che l’intero pianeta sia stato preso per i fondelli. Se avessi molte risorse ingaggerei degli scienziati per riuscire a screditare i loro colleghi di regime, per far capire, a chi ci governa, che vivere su questo pianeta non vuol dire sottomettere i popoli per i propri interessi.

Domani spero di potermi sedere e scrivere qualche cosa di più gradevole e di svago. Ma più osservo ciò che accade attorno a me e più mi sale la pressione.

La verità ci renderà liberi, certamente, però potrebbe anche ucciderci tutti, perché chi cerca la verità da fastidio, esce dagli schemi del sistema e diventa ingestibile, potrebbe così portare altri nella sua corrente di pensiero e il sistema crollerebbe.

E’ meglio che continuo a tagliare i capelli, almeno rientro nello schema del sistema e speriamo di passare inosservata. Se mi fanno fuori, sappiatelo che allora avevo ragione ( quindi spero di avere torto).

Buona giornata. Lisa

Share Button