Diario dal corona virus 44


Che amara scoperta ho fatto questa notte.

Ancora adesso se ci penso mi vengono i brividi.

Sono una persona altamente influenzabile.

Credevo di essere razionale, sveglia. Invece sono ansiosa, altamente paurosa.

Ma andiamo nello specifico dell’accaduto.

Ieri sera ero sul divano, luogo a me caro e confortevole. Io e mio marito stavamo vedendo qualche dibattito televisivo, ovviamente sul corona virus e affini.

Ero talmente disinteressata dell’argomento che la noia aveva preso il sopravvento, e gli occhi si erano improvvisamente appesantiti. Io cercavo di seguire il dibattito, ma la mente mi portava altrove. Il torpore del corpo era un benessere inaspettato a quell’ora, mi sono distesa ulteriormente sul divano, lasciandomi cullare dal parlottare della tv.

Mentre ho questi sogni leggeri, la realtà con la fantasia onirica si mescola nella mia mante creando scenari nuovi e accattivanti.

Ad un tratto nella mia assenza da sonno, mio marito ha cambiato canale, e mette il film che proponeva canale cinque. Contagion.

Non mi ero accorta della cosa, ma ad un tratto mio marito che sa molto bene questa mia prerogativa che mentre sonnecchio mescolo le cose esordisce così:

– Tesoro senti cosa dice il tg, le cose stanno andando malissimo… –

Cerco di aprire gli occhi e vedo un tg che dice che il virus fa morire le persone in pochi giorni, che è aggressivo, che sono cominciate rivolte sociali. –

Mi viene un colpo, cerco di mettere a fuoco lo schermo e vedo gente che si scavalca nei supermercati, forze dell’ordine armate contro i cittadini.

Ripiombo nel mio mondo onirico, alla ricerca di capire cosa sta succedendo. Il sonno ha la meglio sulla ragione.

Sempre delicatamente mio marito, cerca ancora di svegliarmi. Il mio cervello ha costruito scenari apocalittici inusuali.

– Paolo, Paolo, e adesso cosa facciamo, dobbiamo riuscire a far ritornare Ale, bisogna mettere in sicurezza i negozi… –

Lui come al solito sta al gioco, e mi rassicura. Nel mentre cerco raddrizzarmi per svegliarmi e gli chiedo di mettere il canale del tg.

Lo guardo negli occhi e vedo che è divertito dalla situazione.

– Sei un sadico, qui bisogna fare qualche cosa hai visto cosa sta succedendo e mi guardi così? –

– Lisa non voglio allarmarti ma credo sia meglio che andiamo a dormire nel letto, su forza, andiamo di là che sei piena di sonno. –

Mi accompagna nel letto, e porta fuori il cane per fargli fare la pipì.

Rimango sola nella stanza buia, mi sale l’angoscia, come è possibile un cambio così repentino degli eventi? Cerco di mettere insieme i pezzi, ma ho molta confusione nella testa.

Lui ritorna e si infila sotto le coperte. Mi bacia sulla fronte sorridendo.

– Direi che il film “Contagion” su di te ha fatto proprio un bel effetto. – Scoppia a ridere. – Vedi non solo tu sai fare gli scherzi a me ma anche io a te. –

Lo guardo allibita, era un film. Mi ha fregato….

Dopo di questo episodio ho fatto fatica a riprendere sonno, perché continuavo ad immaginarmi cose terribili.

Mentre mio marito dormiva beato e soddisfatto, io ero lì al buio con tutte le paure del mondo.

Quindi se sono in dormiveglia possono raccontarmi qualsiasi cosa? Nel dormiveglia la razionalità sparisce, la realtà e la fantasia si incrociano, e tu sei in balia della follia del momento.

Nel dormiveglia mentre vedevo un film, reinventavo i finali o le trame nella mia mente. Paolo si è sempre divertito a sentirmi dire : – Hai visto come è finito quel film , che lui aveva fatto o aveva detto….. – mentre il finale era tutta un’altra cosa.

Questa mattina la paura è passata, nulla toglie però che canale cinque avrebbe potuto fare quel film finita la pandemia, dato che è risultato molto simile alla realtà.

Alcuni dicono che lo hanno fatto a posta per fare in modo che siamo più attenti nella fase 2. Alcuni lo hanno interpretato come un film profetico.

Io dal canto mio lo ricorderò sempre come lo scherzo che mio marito mi ha fatto nel periodo di pandemia.

Alla faccia dei fatti più o meno credibili del film, credo che alla fine se per un attimo ho creduto reale il tg di un film, nella realtà chissà a quante cose credo che me le fanno passare per reali quando invece non lo sono.

La mente umana se pur complessa la riesci a manipolare a tuo piacimento.

Se tutti ti dicono che quella cosa è bianca, a volte per non andare contro gli altri credi di vederla bianca anche tu, seppure tu la vedevi nera.

Sono altamente manipolabile anche da sveglia? Credo di si. Vedi come la pubblicità ti fa comperare quello che vuole lei non quello che vuoi tu. Crediamo di essere liberi, ma alla fine siamo sempre condizionati. Presumo che il pensiero libero non esista, perché ciò che pensi è l’insieme di tutti i concetti che hai accumulato nella vita.

Il pensiero e l’idea degli altri, in qualche modo, ci hanno sempre condizionati.

Oggi sono qui con la tv spenta, la radio spenta, non vorrei che qualche “ tg film” si impossessi del mio pensiero come ieri sera.

Auguro a mio marito una lunga vita, perché troverò lo scherzo adatto per vendicarmi, e sarò io a ridere alla faccia sua. Nei matrimoni lunghi bisogna mantenere alto l’interesse l’uno per l’altra, e mio marito riesce bene, anche se io sono più brava di lui a fare scherzi ( non può battermi). Non ricordo se ci siamo mai corteggiati, ma riempiti di scherzi e dispetti si.

Quindi non mollare mai, tenere alto l’umore anche in questo periodo così scuro. Ridere ha sempre fatto bene, mantiene giovani e sani, e a volte sdrammatizzare gli eventi li rimette sul piano giusto di osservazione. D’altronde se guardiamo le cose con troppa apprensione e non con il dovuto distacco rischiamo di fare più danni del previsto. Immaginatevi se mobilitavo in piena notte mia figlia, mia madre, perché temevo che crollasse il mondo. Avrei di conseguenza agitato e spaventato altre persone, ed ecco che si potrebbe entrare in men che non si dica in una psicosi collettiva.

Spero di rimanere lucida, calma e con il buon senso senza farmi travolgere dalle paure che alcuni vogliono alimentare.

Buona giornata. Lisa

Share Button