Diario dal corona virus 19


Mi chiedevo come mai, il virus fosse stato chiamato covid 19. Oggi anche il diario è al numero 19. Non credevo che mi sarei trovata ancora qui a scrivere per diciannove giorni di fila. Eppure la vita ti riserva sempre tante sorprese.

Perché 19 ?

Per gli scienziati sicuramente avrà una su collocazione. Ma siccome nulla è a caso, sono andata alla ricerca del significato del numero diciannove in numerologia.

Ebbene, Il numero karmico 19 si distingue per una forte ambivalenza, chi è caratterizzato da questo numero in genere è aggressivo e dominante o al contrario intimorito e privo di forza di volontà.

Il principio universale del Karma riguardante questo numero è il risveglio e l’illuminazione.

Letto in questo modo, il 19 assume il significato di “ Nuovo Inizio “.

Stupefacente, nel significato di questo covid 19, si racchiude perfettamente la personalità del virus, che è sia aggressivo perché può portarti alla morte, che dominante in quanto non c’è nessuna cura in grado di sottometterlo.

Inoltre questo virus è anche privo di forza e di volontà, perché ci sono anche gli asintomatici, o quelli che si ammalano in maniera blanda.

Il numero è chiaro e ha interpretato perfettamente il covid.

Quindi la prossima volta che gli scienziati decidono di dare un nome ad un virus, per favore contattino qualche numerologo, che magari il problema si risolve non dandogli nomi così profetici a batteri sconosciuti.

Resto sconcertata anche dal fatto che questo numero porti ad un risveglio, per avere un nuovo inizio.

19, credo sarà un numero che non prenderò così tanto sotto gamba.

Un nuovo inizio, in tutti i sensi perché sicuramente, da questa quarantena ne usciremo un po’ diversi, forse più felici o più arrabbiati chi lo sa.

Il fatto è che siamo tutti chiamati a ricercare dentro di noi nuove risorse, per ripopolare un modo di vivere sicuramente diverso ma forse con più opportunità.

Credo fermamente, che l’economia, gli ospedali, i rapporti umani in genere miglioreranno.

Gli stessi governi faranno scelte che un tempo sarebbero state impensabili.

Oltretutto il cambiamento lo vedo già nella mia casa. Ognuno di noi fa delle cose che prima erano inconcepibili. In certi casi magari eravamo anche irremovibili.

Il 19 il risveglio, lasciare il vecchio per fare spazio al nuovo.

Certo dispiace sempre lasciare le cose vecchie, più che altro per abitudine e sicurezza.

Quando dopo diciassette anni ho lasciato la mia vecchia auto alla concessionaria per prendere la macchina nuova, mi si stringeva il cuore, perché mi ero affezionata a quel carrozzone. Vederla tutta sola lì, mi sembrava di farle un torto. Certo il vecchio è ciò che conosciamo meglio, è sempre un azzardo il nuovo. Ma senza il nuovo non ci sarebbe evoluzione, perché effettivamente la macchina nuova va molto meglio.

Il nuovo ti emoziona, come quando nasce un bimbo, ti fa paura questa novità, ma è quella che ti cambia, ti migliora o peggiora, ma è sempre un cambiamento della tua vita e della tua persona.

Il nuovo è sempre sacrificio, fatica, perché anche quando compri una casa, il sacrificio di un mutuo, la fatica di un trasloco. Non dimentichiamo anche quanta gioia portano i cambiamenti.

Aspetto questa novità curiosissima, voglio vedere come si sviluppano gli eventi, desidero scorgere la nuova me che si muove nel mondo rivisitato da questo covid 19.

Oggi avrei voluto raccontare che cosa è la morte per me, dato che il diario è arrivato al 19 numero simbolo di questa epidemia, che continua a lasciare dietro di se ancora tante vittime. Ma cosa posso dire. Anche la morte è cambiamento, forse il più importante e incredibile della nostra vita.

Come sempre quando mi metto davanti al pc con una idea ben precisa, magari scritta già nella mia mente piena di dettagli, appoggio le dita sulla tastiera e queste ultime scrivono ciò che vogliono, ed io vengo scalzata via in quanto sono loro che comandano.

Le dita fanno sempre come vogliono. Osservo le lettere che appaiono sullo schermo, poi le parole prendono vita e tutto quello che posso fare è leggere.

Con questa confidenza vi lascio alla vostra giornata.

Mandi. Lisa

Share Button